CHF0.00

Nessun prodotto nel carrello.

Spedizione in 24h gratuita in Svizzera e Italia per ordini da 80 Chf! Pagamento sicuro con carte di credito e tecnologia PayPal

CHF0.00

Nessun prodotto nel carrello.

HomeEsteroVACCINO ANTIVAIOLO: nuova somministrazione di massa?

VACCINO ANTIVAIOLO: nuova somministrazione di massa?

- Inserzione pubblicitaria -

Vaiolo delle scimmie

L’interrogativo sorge spontaneo dopo che “La Verità” ha segnalato in Italia come l’ISS (Istituto superiore di sanità) abbia modificato la pagina relativa al vaccino antivaiolo, abolito 40 anni fa. E risulta davvero difficile pensare si tratti solo di una semplice coincidenza.

Sul giornale vien infatti segnalato come “bianchetto alla mano, il ministero della Salute si sta preparando alla campagna vaccinale per il vaiolo delle scimmie. Mentre a firma Giovanni Rezza, direttore generale della prevenzione sanitaria, veniva diramata una circolare confusa e contraddittoria sulla situazione epidemiologica da contagi Monkeypox (Mpx), qualche manina ha provveduto a cancellare dal sito ufficiale dell’Istituto superiore della sanità le gravi reazioni che può provocare la vaccinazione contro questo virus virale.”

Oggi infatti le reazioni avverse del vaccino antivaiolo, dopo le modifiche, sarebbero poca cosa: , “la vaccinazione può causare reazioni avverse incluse eruzioni cutanee, febbre e mal di testa” mentre prima si riportava che “il vaccino antivaioloso contiene il virus vivo e per questo la vaccinazione dev’essere effettuata con molta cautela, per evitare una diffusione del virus a zone del corpo lontane dal punto di inoculo. Inoltre, il vaccino ha molti effetti collaterali.” Secondo La Verità, “ce n’è abbastanza per ipotizzare una strategia ministeriale pro vaccino contro il vaiolo delle scimmie.”

Cristina Novello – Redazione TIResidenti

- Inserzione pubblicitaria -
- Inserzione pubblicitaria -
Lugano
poche nuvole
24.9 ° C
27.5 °
23.6 °
59 %
1.5kmh
20 %
Mer
30 °
Gio
31 °
Ven
31 °
Sab
29 °
Dom
31 °

PRODOTTI SHOP